Contact Point Italia - SEE
regione emilia romagna

Cofinanziamento

FESR: 85% per tutti i paesi dell'area del programma

Co-finanziamento nazionale: 15%, solo risorse pubbliche
Per l'Italia il co-finanziamento nazionale è garantito dal Fondo di Rotazione istituito con Legge n.183/87 così come disciplinato dalla Delibera CIPE n. 36 del 15 giugno 2007.

Ciascuno degli altri paesi SEE ha adottato proprie modalità per garantire che i Fondi FESR siano co-finanziati con risorse pubbliche.
Per avere informazioni complete ed aggiornate, è necessario mettersi in contatto con i rispettivi Contact Point nazionali.


Procedure di gestione finanziaria degli interventi dell'Obiettivo Cooperazione Territoriale Europea per la programmazione 2007/2013

La Circolare n. 23 del 31 luglio 2008, in esecuzione della delibera CIPE n. 158 del 21 dicembre 2007, descrive le procedure per l'attivazione finanziaria dei programmi dell'obiettivo "Cooperazione territoriale europea", ivi compreso il programma South East Europe, con l'indicazione dei relativi flussi di risorse e dei circuiti di rendicontazione delle spese.

Per ottenere il rimborso della quota di cofinanziamento nazionale a valere sul Fondo di Rotazione, il Beneficiario italiano deve comunicare al MiSE - Ministero per lo Sviluppo Economico (Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica, DG Politica Regionale Unitaria Comunitaria, Divisione VII) - l'avvenuto accredito del contributo FESR di propria competenza da parte del capofila di progetto o, nel caso di Beneficiario capofila, da parte dell'Autorità di Certificazione del Programma, utilizzando l’apposito il modello per la richiesta di rimborso da inviare esclusivamente via e-mail ai seguenti indirizzi:

Dps.pruc.div7@pec.agenziacoesione.gov.it

rgs.segreteria.igrue@tesoro.it


Alla richiesta di rimborso, andranno allegati la Application for Reimbursement presentata dal Lead Partner ed approvata dal JTS (allegato n.1), insieme alla contabile bancaria che attesta l'avvenuto accredito dei fondi FESR (allegato 2) ed copia informatica della/e checklist originale/i rilasciata/e dal controllore al momento della certificazione della/e spesa/e per il periodo/i di cui si richiede il co-finanziamento (allegato3).

Le richieste di erogazione devono essere sottoscritte dal medesimo legale rappresentante firmatario della richiesta di validazione del controllore di primo livello da parte della Commissione Mista. Nei casi in cui sia variato il legale rappresentante, il Beneficiario dovrà:

1) comunicare al Contact Point il cambio del legale rappresentante designato per il progetto, trasmettendo gli atti relativi in originale (o copia conforme) scansionati esclusivamente a mezzo e-mail sees@ervet.it;

2) inviare alla Div. VII DGPRUC una nuova scheda informativa  contenente il nominativo del nuovo Rappresentante Legale.


Il MiSE-DPS, verificata la congruità della richiesta di pagamento con i dati comunicati dalle Autorità di Programma, provvederà a compilare la richiesta di erogazione nel sistema finanziario IGRUE per l'accredito della quota di competenza al Beneficiario italiano. Nel caso in cui tale controllo dovesse dare esito negativo il MiSE-DPS sospenderà la procedura di pagamento informando via e-mail il Beneficiario italiano e richiedendo le integrazioni e i chiarimenti necessari.

Attenzione: il MiSE-DPS procederà a compilare le richieste di erogazione in quattro finestre temporali e cioè esclusivamente nei mesi di gennaio, aprile, luglio e ottobre. Le richieste che perverranno in mesi diversi da quelli indicati verranno evase nella prima finestra temporale utile.

Modello per la richiesta di rimborso del cofinanziamento nazionale
In attuazione della Circolare n. 23, il rimborso della quota nazionale deve essere richiesto, da parte del beneficiario italiano partecipante a progetti approvati, per il tramite di una nota firmata e protocollata da inviare al MISE.